Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 294
  • Recupero TreseroRecupero Tresero
  • Baracca nella neveBaracca nella neve
  • Recupero nella nebbiaRecupero nella nebbia
Lunedì, 24 Giugno 2013 16:58

Alloggi e villaggi della Grande Guerra

Alloggi e villaggi della Grande Guerra
Alloggi e villaggi

Sesto appuntamento culturale itinerante che il Museo di Temù propone con l'intento di ricordare i temi, specialmente quelli meno noti, della Prima Guerra Mondiale combattuta e vissuta ogni giorno, per quasi quattro anni, sulle montagne del massiccio dell'Adamello, che fino ad allora erano una prerogativa di pochi e che oggi, grazie anche alle infinita rete di strade e sentieri costruiti proprio dai soldati, possono essere facilmente visitate con riverente rispetto.

Questa mostra è stata realizzata a complemento dell'esposizione dello scorso anno, "Lungo i sentieri della Grande Guerra", dedicata ai percorsi di origine militare, ed ha ho scopo di illustrare le numerosissime costruzioni realizzate sull'impervio fronte dell'Alta Valle Camonica per il ricovero di uomini, animali e mezzi.

La progressiva occupazione di posizioni sempre più elevate da parte di un numero sempre maggiore di soldati diede origine a gravi problemi per il ricovero dei combattenti e dei materiali ad essi necessari. Questa mostra illustra la progressione "edificatoria" che si realizzò sulle montagne Camune: dalle tende alle prime costruzioni di fortuna, dalle baracche prefabbricate ai veri e propri villaggi d'alta quota organizzati con servizi, fontane ed anche corrente elettrica per l'illuminazione.

Manufatti da ripristinare
Manufatti da ripristinare

Salvare i manufatti, che sono la testimonianza più fedele di quanto lavoro e sacrificio vennero profusi, diventa oggi un dovere nei confronti di coloro che, nell'inferno della guerra, avevano popolato le vette più inaccessibili delle nostre montagne.

Alcune di queste opere belliche, negli ultimi anni, sono state oggetto di un sapiente intervento di valorizzazione che permette ora di apprezzare la fisionomia di tante costruzioni che i crolli e la ricrescita della vegetazione stavano per cancellare

Tutte le fotografie sono in formato 30 x 40 cm e sono presentate su cornici a vetro da cm 35 x 50. Delle stesse misure sono i pannelli di testo. Complessivamente la mostra è costituita da # pannelli.