• Recupero TreseroRecupero Tresero
  • Baracca nella neveBaracca nella neve
  • Recupero nella nebbiaRecupero nella nebbia
Giovedì, 26 Settembre 2013 17:03

La Guerra Bianca

Il fronte combattuto, dallo Stelvio al Garda

L'attuale confine amministrativo nord-orientale della Regione Lombardia era, nel 1915, il confine di Stato tra il Regno d'Italia, e l'Impero Austro-Ungarico: con la dichiarazione di guerra del 24 maggio, il tratto di confine dal Passo dello Stelvio al Lago di Garda fu uno dei fronti su cui si svolse il conflitto fra i due stati.

Nel corso della guerra al fronte lombardo fu assegnato un ruolo marginale a causa dell'asprezza del terreno che, posto perlopiù a media ed alta quota, non dava la possibilità di muovere grandi masse di soldati, come era invece previsto dalla dottrina bellica dell'epoca.

Ciò nonostante questo territorio e la gente che lo abitava furono profondamente segnati dalla guerra, che in questo contesto ebbe caratteristiche del tutto particolari: essa qui fu certamente meno sanguinosa, ma altrettanto dura dal punto di vista delle vicende umane e caratterizzata da difficoltà di tipo ambientale del tutto eccezionali, a causa della quota elevata alla quale si svolse gran parte degli eventi.

La guerra contro gli elementi fu qui in pratica un vero "conflitto nel conflitto". Le peculiarità ambientali e la bassa antropizzazione dei luoghi hanno fatto sì che il teatro bellico si presenti ancora oggi molto ben definito sul territorio, conservando in gran quantità le testimonianze della guerra.

Gli innumerevoli manufatti ancora presenti rientrano a pieno titolo nel patrimonio culturale del territorio e meritano di essere conosciuti, valorizzati e proposti al pubblico quali elementi importanti della storia della Lombardia e del Trentino-Alto Adige.

La Guerra Bianca, una proposta di turismo culturale integrato

Il Museo della Guerra Bianca in Adamello si è impegnato in un progetto, in parte finanziato dalla Regione Lombardia, direzione generale Culture, identità ed autonomie, che mira allo sviluppo dell'offerta culturale nell'ambito di itinerari turistici che si svolgono entro il territorio montano che, dal Passo dello Stelvio al Lago di Garda, segue per circa 170 km l'attuale confine amministrativo tra le Provincie lombarde di Sondrio e Brescia e le Provincie Autonome di Bolzano e Trento.

Il Parco Tematico Culturale "La Guerra Bianca: il suo territorio, le sue genti"

Il fine dell'iniziativa è il rilancio di un territorio ancora oggi profondamente segnato dagli eventi della Prima Guerra Mondiale: il patrimonio storico diffuso sul territorio è eccezionale, ma per la sua salvagardia sono indispensabili le azioni di ricerca storica e di conservazione dei beni, azioni che trovano il loro naturale sbocco nella predisposizione di itinerari di turismo culturale, itinerari che sposano la bellezza dell'ambiente con la memoria degli eventi storici che vi si sono svolti.

testo di Antonio Trotti, 2004

Letto 4613 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Settembre 2013 10:08