Sabato, 28 Settembre 2013 10:27

Normativa

Leggi e norme:

Tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale [L. 78/01]
Ordine del giorno allegato alla L. 78/01
Criteri Tecnico-Scientifici per l'applicazione della L. 78/01
Codice dei beni culturali e del paesaggio [D.Lgs. 42/04] (file .pdf 510kb)

Inoltre:

Legge 78/01, commenti e proposte [documento a cura della Commissione Tecnico-scientifica del Museo] (file .pdf 211kb)
Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali [D.Lgs. 490/00 abrogato dal Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs. 42/04] ( file .pdf 259kb)
Deducibilità integrale delle erogazioni liberali al Museo [estratto della L.80/05 di conversione del D.L. 35/05]
Circolare sulla deducibilità integrale [Circ.MEF 39/E/05, esplicativa della L.80/05] (file .pdf 42kb)

Mercoledì, 26 Settembre 2012 17:34

La Difesa del Lario

La difesa del Lario,forti e altre opere difensive della Prima Guerra Mondiale nelle Province di Sondrio, Lecco e Como

Percorso di turismo culturale integrato

Il progetto, predisposto dal Museo in risposta bando 2009 sulla legge regionale 35 del 1995, vede come capofila il Consorzio Riserva Naturale Pian di Spagna e Lago di Mezzola e le tre provincie di Como, Lecco e Sondrio quali partner.

Il progetto, finanziato al 50% dalla Regione Lombardia, è stato avviato nel novembre del 2009.

Scarica il progetto [file .pdf 246kb].

Vai al sito Difesa del Lario

Giovedì, 26 Settembre 2013 17:20

Le fortezze in Lombardia

I sistemi difensivi e le grandi opere fortificate alpine in Lombardia tra Napoleone e la Grande Guerra

studio, rilevazione, mappatura e georeferenzazione per un piano integrato di valorizzazione delle fortificazioni contemporanee lombarde

Il lavoro svolto dal Museo in collaborazione e con il sostegno della Regione Lombardia per il Parco Culturale Integrato della Guerra Bianca, unito all'analisi dei dati raccolti lungo il sistema difensivo Frontiera Nord, ha consentito di prendere coscienza in modo organico della presenza, sul territorio lombardo, di una grande quantità di siti di interesse storico-militare, uniti fra loro da una complessa rete di viabilità militare.
Tra i siti individuati vi è un cospicuo numero di grandi opere difensive permanenti (forti e altre strutture) riferibili alla tarda età moderna ed all'età contemporanea, in particolare alla Prima Guerra Mondiale.

Giovedì, 26 Settembre 2013 17:10

La Frontiera Nord

La Linea Cadorna e il suo territorio
La Frontiera Nord come proposta di turismo culturale integrato

Il sistema difensivo italiano "Frontiera Nord", popolarmente noto come "Linea Cadorna", è un complesso quasi continuo di opere fortificate permanenti, semipermanenti e campali, disposto prevalentemente nel corso della Prima Guerra Mondiale, a protezione del territorio del Regno d'Italia al confine con la Confederazione Elvetica.

I manufatti e la viabilità che formano la Linea Cadorna, particolari per storia ed architettura, sono una ricchezza per i territori in cui sono inseriti e costituiscono un'attrattiva di prim'ordine per un turismo culturale consapevole e di qualità.
Negli anni tra il 1901 e il 1914, si approfondirono gli studi lungo l'intera Frontiera Nord e si diede avvio ad alcuni lavori di predisposizione degli sbarramenti di chiusura delle principali direttrici d'accesso alla Pianura Padana: fu così realizzato un insieme di capisaldi arretrati destinati ad accogliere batterie o sezioni di artiglieria pesante campale di medio calibro in postazioni a cielo aperto, il cui accesso era consentito da comode strade militari appositamente costruite.

Giovedì, 26 Settembre 2013 17:03

La Guerra Bianca

Il fronte combattuto, dallo Stelvio al Garda

L'attuale confine amministrativo nord-orientale della Regione Lombardia era, nel 1915, il confine di Stato tra il Regno d'Italia, e l'Impero Austro-Ungarico: con la dichiarazione di guerra del 24 maggio, il tratto di confine dal Passo dello Stelvio al Lago di Garda fu uno dei fronti su cui si svolse il conflitto fra i due stati.

Nel corso della guerra al fronte lombardo fu assegnato un ruolo marginale a causa dell'asprezza del terreno che, posto perlopiù a media ed alta quota, non dava la possibilità di muovere grandi masse di soldati, come era invece previsto dalla dottrina bellica dell'epoca.

Giovedì, 26 Settembre 2013 16:24

Accompagnamento sul territorio

Su richiesta il Museo può fornire il servizio di accompagnamento storico agli itinerari di visita sul territorio:

  • Finalità: fornire un'immediata e chiara comprensione del contesto originale del patrimonio storico-militare della Prima Guerra Mondiale diffuso sul territorio della Lombardia e delle sue valenze culturali (storiche, tecnologiche e paesaggistiche) ad esso collegate, attraverso escursioni tra i manufatti (viabilità e siti) .
  • Utenza: famiglie, comitive organizzate, scolaresche, escursionisti singoli o in piccoli gruppi.
  • Modalità di erogazione: l'accompagnamento è attualmente svolto in modo estemporaneo a cura di volontari adeguatamente formati ed accreditati; stagionalmente viene steso un programma di visite accompagnate in stretta collaborazione con il Parco Nazionale dello Stelvio e con il Parco Regionale dell'Adamello; progressivamente il Museo sta provvedendo a sistematizzare la programmazione, trasferendo il servizio di accompagnamento dai volontari agli operatori professionisti la cui formazione specifica è seguita dal responsabile dei servizi educativi.
  • Fruizione: con la nuova struttura si prevede l'erogazione di circa 30 visite guidate collettive entro il primo anno dalla piena operatività, e di circa 75-100 sessioni didattiche all'anno entro i successivi 5 anni.
Giovedì, 26 Settembre 2013 11:03

Tutela e valorizzazione del patrimonio diffuso

Le attività svolte fondano il proprio rigore tecnico-scientifico sui risultati della costante attività di ricerca condotta sul campo da parte degli operatori del Museo, attività evidenziata anche da diverse pubblicazioni a carattere specialistico.

La garanzia della serietà del complesso delle attività del Museo è data dai numerosi riconoscimenti ottenuti da parte degli organi istituzionali.

Risultato dell'attività di ricerca e delle sue numerose applicazioni è il fatto che oggi il Museo svolge un ruolo trainante nello sviluppo di metodi e strumenti condivisi per la gestione dei Beni Culturali a carattere Storico-militare; metodi e strumenti tali da garantire la massima professionalità nelle attività di conservazione e valorizzazione del Patrimonio Storico.

A sostegno delle attività cui si è accennato il Museo ha a disposizione un'ampia biblioteca specializzata e un archivio cine-fotografico ove sono raccolte diverse migliaia di documenti e immagini sulla Grande Guerra in alta quota.

Mercoledì, 25 Settembre 2013 18:43

Le testimonianze della Grande Guerra

testimonianze stelvio brescianoWalter Belotti
Le testimonianze della Grande Guerra
...nel settore bresciano del Parco Nazionale dello Stelvio
guida all' escursionismo storico
Parco Nazionale dello Stelvio, Bormio 2002

Mercoledì, 25 Settembre 2013 15:21

La Guerra Bianca: il suo territorio, le sue genti

La Guerra Bianca mini CDTrotti A., John Ceruti J. (a cura di)
La Guerra Bianca: il suo territorio, le sue genti
Breno, 20 marzo 2003 - atti del convegno
mini CD-Rom
Museo della Guerra Bianca in Adamello, Temù 2003

Mercoledì, 25 Settembre 2013 15:04

dallo Stelvio al Garda Vol.1 e 2

dallo Stelvio al GardaWalter Belotti
dallo Stelvio al Garda
alla scoperta dei manufatti della Prima Guerra Mondiale
volumi primo e secondo - guida di escursionismo storico
Museo della Guerra Bianca in Adamello, Temù 2004 e 2005