• Recupero TreseroRecupero Tresero
  • Baracca nella neveBaracca nella neve
  • Recupero nella nebbiaRecupero nella nebbia
Domenica, 21 Dicembre 2014 17:37

Adamello, il tempo dei pionieri

  • Adamello, il tempo dei pionieriautore: Vittorio Martinelli
  • fotografo: Danilo Povinelli
  • editore: D. & C. Povinelli
  • luogo: Pinzolo TN
  • anno: 1999 (2ª edizione)
  • pagine: 320
  • formato: cm 24 x 32,5
  • carta: patinata opaca 150 gr
  • confezione: rilegatura in filo refe
  • copertina: cartonato con sovraccoperta
  • illustrazioni: 438 immagini fra fotografie a colori, in bianco e nero e cartine
  • peso: 2,3 kg

Prezzo: euro 62,00

Descrizione:

Un’affascinante sguardo sulle origini dell'esplorazione alpina e storico preludio alla Prima Guerra Mondiale.

Il Massiccio montuoso dell'Adamello, pur non detenendo il primato delle maggiori quote sull'arco alpino fu, nella metà dell'Ottocento, l'ultimo importante Gruppo di alte montagne a essere esplorato dall'uomo.

La pressoché totale sconoscenza dei luoghi, ignorati dalle timorate e superstiziose popolazioni vallive; le difficoltà alpinistiche dettate dalla conformazione del terreno e dalle quote elevate, superiori ai 3.000 metri; ma, soprattutto, l'immensa area glaciale di cui è (o era) ricoperto, rendendolo un luogo inospitale; fecero scrivere ai Pionieri dell'alpinismo ottocentesco affascinanti pagine di avventura. Un'epopea indimenticabile che ne precedette un'altra, anch'essa indimenticabile, drammatica, quella della Grande Guerra 1915-1918.

La pregiata opera Adamello, il tempo dei pionieri, è la grande fatica storico-documentale e fotografica di uno scrittore storico e di un fotografo innamorati delle montagne adamelline, alle quali hanno dedicato gran parte della loro vita: Vittorio Martinelli e Danilo Povinelli.

Corredato da superbe fotografie d'epoca e moderne, il volume inizia con la descrizione generale degli aspetti delle montagne interessate, prosegue con la narrazione di miti e leggende sorti intorno ad esse, rammenta le prime sommarie esplorazioni, si sofferma sugli epici anni dell'alpinismo nella seconda metà dell'Ottocento, per poi giungere fino al 1914 con interessanti ricostruzioni delle prime antropizzazioni di queste montagne - rifugi e bivacchi Club Alpino Italiano (C.A.I.) e della Società degli Alpinisti Tridentini (S.A.T.).

Sommario:

pag. 3 Ringraziamenti
pag. 7 Premessa
pag. 11 1. Gli aspetti generali del Gruppo. L'aspetto fisico. La geologia. Il clima. I ghiacciai. La flora.
pag. 31 2. Sulle montagne ancora inesplorate: diavoli, streghe, leggende
pag. 49 3. Per primi sulle montagne del Gruppo: rilevatori catastali - cartografi - geologi - glaciologi - naturalisti
pag. 55 4. Luigi Fantoma, «Re di Genova» e il primo tentativo di salita sull'Adamello
pag. 59 5. Julius Payer e il suo primo tentativo - fallito - di salire sull'Adamello
pag. 77 6. Julius Payer per primo sull'Adamello: 15 settembre 1864
pag. 99 7. Altre imprese di Payer nella «campagna» 1868
pag. 121 8. Luglio 1866: l'odissea di tremila Garibaldini al Lago di Campo
pag. 131 9. Gli Alpini
pag. 139 10. La «Società degli Alpinisti Tridentini», i suoi rifugi, gli irredentisti e lo spionaggio patriottico
pag. 165 11. I Tedeschi al Mandrone
pag. 177 12. La quarta salita all'Adamello, prima italiana: 24 agosto 1871
pag. 193 13. la Sezione di Brescia del C.A.I., la S.A.T. di Trento.
L'incontro storico del 1875 tra bresciani e trentini sulla vetta dell'Adamello
pag. 219 14. I rifugi della Sezione di Brescia del C.A.I.
pag. 235 15. Guide alpine, villaggi e alberghi nelle valli Camonica e Rendena
pag. 247 16. Alpinisti inglesi e alpinisti tedeschi: due mentalità, due metodi
pag. 251 17. L'alpinismo «moderno» fino al 1914
pag. 265 18. La prima impresa sci-alpinistica: 22-26 marzo 1902
pag. 281 19. Le vie di salita alla vetta dell'Adamello fino al 1914
pag. 283 20. L'Austria si prepara alla guerra
pag. 299 NOTE
pag. 307 APPENDICE: LA TOPONIMIA DELL'ADAMELLO (di Dante Ongari)
pag. 313 BIBLIOGRAFIA
Ultima modifica il Domenica, 21 Dicembre 2014 18:15